Aree Tematiche L'Amministrazione Vivere Scafa Servizi
HOME » Aree Tematiche » Notizie » Avviso
Servizi ai cittadini

24/07/2017

Avviso

URP Regione Abruzzo. Contributo economico per le famiglie disagiate: indicazioni e modulistica.

Di cosa si tratta - Il Sostegno per l’Inclusione Attiva (SIA) è una misura di contrasto alla povertà, previsto dal decreto del 16 marzo 2017 ed entrato in vigore il 30 aprile 2017. Tale misura prevede l’erogazione di un sussidio economico alle famiglie in condizioni economiche disagiate che verrà erogato attraverso l’attribuzione di una carta di pagamento elettronica, utilizzabile per l’acquisto di beni di prima necessità.

 A chi è rivolto - La prestazione è rivolta alle famiglie in condizioni economiche disagiate, nelle quali siano presenti minorenni, figli disabili o donne in stato di gravidanza accertata.

Come funziona - Il beneficio economico viene concesso, per un periodo massimo di 12 mesi, con cadenza bimestrale, in relazione alla composizione del nucleo familiare beneficiario e varia da 80 euro per famiglie con un solo membro a 400 euro per famiglie composte da 5 o più membri. Ai nuclei familiari composti da un solo genitore con figli minorenni, come definito ai fini ISEE e risultante nella DSU, è attribuito ogni mese un ulteriore importo di 80 euro.

Come fare la domanda - La domanda deve essere presentata al comune di residenza da un componente del nucleo familiare tramite il modulo disponibile online. Al momento della presentazione della domanda il richiedente deve essere in possesso di un'attestazione ISEE in corso di validità.
Entro 15 giorni dalla presentazione della domanda il comune invia le richieste di ammissione al beneficio all'INPS che, nei successivi 10 giorni, svolge i controlli di propria competenza. In caso di esito positivo, il cittadino riceve da Poste Italiane SpA (gestore del servizio) la comunicazione per il ritiro della Carta SIA ovvero la carta di pagamento elettronica contenente il sussidio.

Modifiche - Tutte le variazioni della situazione lavorativa e reddituale dei componenti il nucleo familiare beneficiario, rispetto a quanto rilevato nella Dichiarazione ISEE in corso di validità alla data di presentazione della domanda per il SIA e intervenute durante l’erogazione della misura, devono essere comunicate all’INPS mediante il modello SIA-com entro 30 giorni dall’inizio dell’attività, pena la decadenza dal beneficio.

Avviso