Aree Tematiche L'Amministrazione Vivere Scafa Servizi
HOME » Aree Tematiche » Notizie » Terremoto, solidarietà dall'Abruzzo e da Scafa: ecco come aiutare.
Casa e politiche sociali

26/08/2016

Terremoto, solidarietà dall'Abruzzo e da Scafa: ecco come aiutare.

L'Amministrazione Comunale di Scafa invita tutti i volenterosi ad evitare comportamenti non coordinati e invece concentrare solidarietà e disponibilità su quelle che sono le necessità più urgenti e prioritarie sentite dalla popolazione colpita dal distruttivo sisma della scorsa notte. Da contatti diretti con la centrale operativa nazionale che si trova su tutti i territori colpiti dal terremoto, vengono richiesti con urgenza lette in polvere, coperte, vestiti estivi ed invernali, prodotti per l'igiene e farmaci (generici, senza prescrizione medica) in confezioni mai aperte: chiunque voglia contribuire fornendo tutto ciò potrà farlo recapitando il materiale direttamente presso la sede della Misericordia di Scafa nel ex convento Clarisse (di fronte stazione ferroviaria - Governatore num. tel. 328/7949106 ) il pomeriggio dalle 15 alle 19, oppure dalle 9 alle 12 presso il comune di Scafa passando prima dal protocollo 1°Piano .
Nei prossimi giorni tutto il materiale raccolto sarà caricato su un mezzo della Protezione Civile di Scafa e trasportato direttamente dove ce n’è bisogno.
Per sostenere le popolazioni colpite, inoltre, la Croce Rossa Italiana ha attivato una raccolta fondi (Iban: IT40F0623003204000030631681; causale: "Terremoto Centro Italia") e creato il numero telefonico 06 5510, dedicato al servizio donazioni, e l'indirizzo email aiuti@cri.it.
Anche Poste Italiane, in collaborazione con la Croce Rossa Italiana, ha istituito un conto corrente già attivo per le donazioni a favore degli abitanti dei centri danneggiati (Poste Italiane con Croce Rossa Italiana - Sisma del 24 agosto 2016 - codice IBAN IT38R0760103000000000900050; il codice BIC/SWIFT per inviare bonifici dall’estero è BPPIITRRXXX).
Primo step: la raccolta del sangue. Il Centro Nazionale Sangue e le quattro associazioni di volontari italiani del sangue (Avis, Croce Rossa Italiana, Fidas, Fratres) invitano a programmare la propria donazione contattando l'associazione o il servizio trasfusionale di riferimento (a Scafa l'Avis in corso I°Maggio, a Pescara Fidas affianco al pronto soccorso).
Per chi fosse abbonato a Tim, Vodafone, Tre Italia, Fastweb, Coopvoce, Wind e Infostrada, è possibile donare 2 euro a favore dei cittadini colpiti dal terremoto. Per donare l’offerta, basta inviare un sms al 45500 o contattare da rete fissa lo stesso numero. Tutti i fondi raccolti saranno devoluti in beneficenza alle popolazioni del Lazio e delle Marche. Gli operatori telefonici trasferiranno i ricavi della campagna alla Protezione Civile, che devolverà l’intera quota a sostegno delle famiglie laziali e marchigiane.

Terremoto, solidarietà dall'Abruzzo e da Scafa: ecco come aiutare.