Aree Tematiche L'Amministrazione Vivere Scafa Servizi
HOME » Aree Tematiche » Notizie » Comunicazioni del Sindaco Maurizio Giancola sui disservizi del Consorzio di Bonifica e sulla conseguente crisi irrigua.
Servizi ai cittadini

28/08/2021

Comunicazioni del Sindaco Maurizio Giancola sui disservizi del Consorzio di Bonifica e sulla conseguente crisi irrigua.

La scorsa settimana si è tenuta una riunione presso la Prefettura di Pescara convocata da Prefetto dott. Di Vincenzo, presenti il Sindaco del Comune di Scafa, Maurizio Giancola, la Regione Abruzzo, il Consorzio di Bonifica (Direttore Tecnico dott. Tenaglia), la Coldiretti, nonché il consigliere comunale, Di Fiore Giordano, e alcuni operatori del settore. Argomento all'ordine del giorno la crisi irrigua che ha colpito sia il territorio di Scafa sia la Valle del Tavo.
Il Prefetto ha preliminarmente chiarito la propria incompetenza in materia idrica e quindi la sua impossibilità a predisporre un tavolo tecnico-scientifico come da richiesta del Consigliere Comunale Giordano Di Fiore. La riunione ha avuto il solo scopo di favorire un confronto fra le parti.
Il Sindaco di Scafa, come già denunciato nei mesi scorsi attraverso i mezzi di stampa, ha rappresentato al Prefetto la grave crisi idrica, le negative ricadute economiche sia sulle aziende del settore che sui privati, le ingiustificate richieste del Consorzio di pagamento dei canoni nonostante i gravi danni arrecati, la mancanza di programmazione del Consorzio di Bonifica e la necessità di investimenti per il rifacimento della obsoleta rete, oggetto di continue rotture che aggravano ancor di più la mancanza di erogazione del servizio irriguo.
Il Direttore del Consorzio ha esposto le proprie ragioni evidenziando la carenza di risorse economiche necessarie per il rifacimento della rete, ma soprattutto la mancanza dell'acqua nei punti di captazione; ha ribadito la propria posizione sul pagamento dei canoni sulla scorta anche di anticipazioni fatte per l'acquisto di pompe e manutenzioni varie. Il Direttore ha altresì puntualizzato che al momento, benchè la vasca sia carica, non è possibile erogare il servizio attesa un'importante rottura a circa sette metri di profondità. I lavori ha aggiunto il Consorzio potranno iniziare solo dopo aver attivato tutte le misure di sicurezza necessarie per gli operatori.
Tutti i partecipanti hanno di fatto ribadito i concetti già espressi sottolineando che da parte degli operatori dell'agricoltura non vi era alcuno spreco, anzi una massima attenzione all'utilizzo corretto della risorsa idrica.
Il Sindaco Giancola ha fornito al Consorzio la disponibilità ad un ulteriore incontro al fine di verificare lo stato dell'arte dei lavori. Il Consorzio ha accettato la richiesta. Il Sindaco infine ha insistito nella proposta, avanzata già l'anno scorso, di intervenire con opere nei canali che consentono all'acqua di defluire nel fiume dopo aver formato il famoso laghetto. Nei canali potrebbe realizzarsi uno sbarramento che di fatto creerebbe un invaso nel quale attingere l'acqua in maniera più copiosa. Il tutto al fine di evitare che l'acqua torni inutilizzata nell'alveo fluviale.

Comunicazioni del Sindaco Maurizio Giancola sui disservizi del Consorzio di Bonifica e sulla conseguente crisi irrigua.